Gazzetta Del Debitore

A CURA DI PROTEZIONE SOCIALE ITALIANA

Blog di informazione e approfondimento sui temi del sovraindebitamento e dell’applicazione della Legge 3/2012



La gazzetta del debitore > occ informa > Brescia > Trib. Brescia: Sentenza legge 3 del 21.6.2022. Ex soci impresa stampaggio materie plastiche stralciano euro 1.463.067,00 di debiti con Banche, Fornitori e Agenzia delle Entrate

Trib. Brescia: Sentenza legge 3 del 21.6.2022. Ex soci impresa stampaggio materie plastiche stralciano euro 1.463.067,00 di debiti con Banche, Fornitori e Agenzia delle Entrate

LA STORIA DEL SOVRAINDEBITAMENTO

La storia di Mario e Valentina (nomi di fantasia) è la storia di una impresa familiare mono cliente, che a seguito della interruzione delle commesse da parte della nota società Chicco Artsana s.p.a., si è trovata in una situazione di sovraindebitamento con le Banche, i Fornitori e l’Agenzia delle Entrate.

Nello specifico. Mario e Valentina entravano in crisi nel 2006, quando la Chicco decideva di ridurre le commesse del 50%. Mario e Valentina provavano a riorganizzare l’azienda per ridurre i costi, ma non ottenevano l’esito sperato.

Nel 2009 la Chicco, per ridurre i costi,  affidava tutte le commesse a società estere. Nel 2011 Mario e Valentina erano così costretti a cedere le quote dell’impresa familiare senza riuscire a pagare i debiti.

Mario  e Valentina, trovandosi in una situazione di indebitamento con le Banche, i Fornitori e l’Agenzia delle Entrate, decidevano di rivolgersi a Protezione Sociale Italiana e al suo Organismo di Composizione della Crisi di Brescia per poter beneficiare della legge 3/2012 e risolvere la propria situazione.   http://www.occbrescia.com

Il PROCEDIMENTO DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI EX LEGGE 3 DEL 2012

Mario e Valentina, grazie all’Organismo di Composizione della Crisi di Protezione Sociale Italiana,  hanno proposto di risolvere la propria situazione di  indebitamento – pari ad  euro 1.463.067,00 –  offrendo ai creditori la somma di euro 900 x 48 mesi+ il ricavato della vendita di 1/6 dell’immobile in comproprietà per un valore stimato di euro 10.000.

L’istituto della legge 3/2012  che l’Organismo ha deciso di applicare  in favore di Mario e Valentina è quello della Liquidazione del Patrimonio. L’applicazione dell’istituto non richiede che la proposta del debitore ottenga il consenso dei creditori.

SENTENZA DI SOVRAINDEBITAMENTO LEGGE 3/2012 

Con sentenza del 21.06.2022, il Tribunale di Brescia – giudice dott. Gianluigi Canali – nel procedimento NRG 50/2022,  ha accolto la proposta di Liquidazione del patrimonio di Mario e Valentina e li ha ammessi a beneficiare della legge 3/2012.  

Mario e Valentina otterranno il beneficio dell’esdebitazione (la cancellazione della qualifica di cattivo pagatore e di tutti i debiti non pagati dalle centrali pubbliche e private) dopo 4 anni dalla data di pubblicazione del provvedimento. 

SCARICA SENTENZA SOVRAINDEBITAMENTO LEGGE 3/2012

TI TROVI ANCHE TU IN UNA SITUAZIONE DI CRISI ECONOMICA E NON SAI COSA FARE?

Se anche tu trovi in una situazione di crisi economica e non riesci più a pagare i debiti puoi rivolgerti a Protezione Sociale Italiana per risolvere la tua situazione di indebitamento con la legge 3/2012. PSI ha già aiutato centinaia di famiglie e imprese ad uscire dalla crisi grazie alla legge 3/2012.

COMPILA IL MODULO DI CONTATTO IN FONDO ALLA PAGINA e sarai ricontattato dalla segreteria di Protezione Sociale Italiana. Avrei modo di spiegare subito la tua situazione ad uno dei nostri esperti e gestori della crisi e ricevere le informazioni per capire cosa fare e come comportarti con i creditori.

avv. Letterio Stracuzzi

Presidente Protezione Sociale Italiana



Potrebbero interessarti

VUOI ACCEDERE ANCHE TU ALLA LEGGE 3/2012?

Noi possiamo aiutarti.