Possono pignorarmi lo stipendio in caso di sanzione per ex attività con lavori in nero non denunciati. Non posseggo nulla e sono in affitto.

DOMANDA

Avevo delle attività, nel 2005 arrivò una sanzione per lavoro nero di due dipendenti che erano in prova, vennero poi regolarmente assunti ma per tre settimane mi arrivò da pagare una cartella di 37000€, impugnato la stessa con un atto di autotutela che fu bocciato, poi altri due ricorsi in commissione tributaria bocciati e ad oggi il debito è arrivato a 62000€. l’attività ora è chiusa, io sono un dipendente e guadagno circa 1700€ al mese, vivo in un appartamento in affitto e non ho auto intestate, possono pignorarmi lo stipendio? perchè non è mai stato fatto? Sono vittima di un  errore in quanto hanno quantificato la multa per due dipendenti considerando che lavoravano nella mia attività da gennaio 2004 ma la stessa è stata aperta a Giugno 2004. Da li ogni 2 anni arriva la cartella, cosa posso fare?

RISPOSTA

Gentile signor Gianluca,

La ringrazio per averci contattato. La sua situazione è tipica di molti imprenditori che sono chiamati a rispondere dei debiti contratti con precedenti attività d’impresa. Per quanto riguarda la sua situazione. Equitalia può pignorarLe il 1/5 dello stipendio. Il fatto che non abbia iniziato la procedura esecutiva è una cosa comune a molte posizioni debitorie anche  a causa della recente istituzione dell’Agenzia per la Riscossione che ha preso il posto di Equitalia.

La Sua posizione debitoria è comunque risolvibile con il procedimento di composizione della crisi ex legge 3/2012. In questo caso Lei beneficerebbe dell’aliquota del 10% prevista dalla nuova normativa sul saldo e stralcio dell’Agenzia delle Entrate per i soggetti che hanno avviato la procedura di liquidazione del patrimonio ex legge 3/2012.

Spero di essere stato chiaro. Qualora voglia accedere alla legge 3/2012 può rivolgersi direttamente ad uno dei nostri Organismi di Composizione della Crisi o chiamare lo 0229407986.

I migliori saluti

avv. Letterio Stracuzzi


Vuoi accedere anche tu alla legge 3/2012?
Noi possiamo aiutarti

Il sottoscritto dichiara di aver visionato le informazioni disponibili su https://www.gazzettadeldebitore.it/privacy/ e presta il suo consenso al trattamento dei dati personali per i fini previsti dall’informativa

Potrebbero interessarti




Developed by Persefone.it